Premessa

E’ stato un percorso lungo quello che sto per raccontare. Una strada lunga, faticosa e tutta in salita. Un percorso iniziato quattro anni fa con la fine di una storia d’amore. Oggi sono arrivato in un punto da cui mi sento di poter guardare indietro senza correre il rischio di diventare una statua di sale, è per questo che sto scrivendo questo racconto. E’ un racconto nel senso stretto del termine: racconterò i fatti più importanti degli ultimi quattro anni della mia vita interiore. Marco Polo raccontò i suoi viaggi, io vi racconterò il mio. Un viaggio dentro me stesso durato quattro anni.

Questo racconto servirà prima di tutto a me e voglio essere sincero: questo è il motivo principale per cui lo sto scrivendo. Ma c’è almeno un altro motivo. Lo sto scrivendo anche per alcune persone che sono passate nella mia vita in questi quattro anni. Per alcune di queste persone non ho avuto molto tempo, la mia mente era sempre altrove: stava viaggiando. Se qualcuna di loro leggesse quello che sto per raccontarvi, potrebbe trovare alcune risposte e se vi sembra poco vi sbagliate di grosso. Una risposta del genere di quelle che intendo in questo discorso non è mai una cosa da poco. Per dirne una, se avessi avuto le risposte che cercavo belle e pronte, magari questo mio viaggio sarebbe stato molto più breve. E credetemi, in un viaggio del genere anche un giorno in meno, un solo giorno in meno, può fare molta differenza. Ma quando le risposte che cercate le custodisce un’altra persona e questa persona non è intenzionata a darvele, resta poco da fare no? Resta solo da mettersi in cammino e andarle a cercare. Resta solo da trasformarsi in cacciatori di risposte, per tutto il tempo che ci vorrà.

Questa voce è stata pubblicata in 4 Anni Dopo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *